Progetti in corso

 


Laboratorio di Lavorazione artistica del vetro
[ApriChiudi]

Sorto a livello sperimentale nel 2004 ha suscitato nel tempo grande interesse da parte dei giovani allievi, affascinati e sedotti dalle infinite possibilità di trasformazione e di impiego del vetro. Oggi può vantare un notevole sviluppo e diverse realizzazioni.

Il corso fornisce una formazione di base completa nel campo artistico e artigianale del vetro. Prevede oltre ad una panoramica sulla storia del vetro e dell’arte vetraria, l’apprendimento delle tecniche di lavorazione più comuni, riproducibili in un contesto formativo, che tende a realizzare il più possibile una reale bottega artigianale.
Il laboratorio dispone di macchine molatrici, saldatori e varia utensileria (pinze apritaglio, penne con punta diamantata, kit per incollaggio vetro a raggi uva, kit per pittura a freddo su vetro).

Agli allievi è chiesto di affrontare e risolvere le problematiche relative all’esecuzione di varie lavorazioni – come fossero state commissionate – con particolare attenzione agli aspetti tecnici, alla disponibilità ed economia dei materiali e all’organizzazione dei tempi di lavorazione.

Durante il corso sono previste anche visite guidate a botteghe artigiane e musei, per ampliare le conoscenze degli allievi sul mondo produttivo e stimolarne la sensibilità culturale, artistica ed estetica.


La Scuola di panificazione
[ApriChiudi]

La Scuola di panificazione della Città dei Ragazzi, ultimata nell’aprile 2009, nasce con l’obiettivo di formare nuove maestranze per soddisfare la carenza di manodopera qualificata nel settore pizzeria/panificazione e per garantire la formazione continua agli stessi lavoratori, che necessitano di un continuo aggiornamento sulle varie tipologie di produzione dei prodotti da forno.
Nasce da un protocollo d’Intesa fra l’Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi (ONCR) e l’Associazione Panificatori di Roma e provincia (associazione di categoria sorta nel 1944, aderente alla CNA). La Scuola ha una superficie complessiva di oltre 100 metri quadri e dispone di un’aula teorica e di un laboratorio, arredato con attrezzature modernissime (sfogliatrice, planetaria, formatrice, armadi frigo, celle di lievitazione, spezzatrice, impastatrice, forno elettrico a due camere, piani di lavoro).
La realizzazione della Scuola si inserisce in un vasto programma di potenziamento dell’offerta formativa interna all’ONCR, che mira a realizzare nel tempo una serie di laboratori e corsi professionali, finalizzati alla trasmissione di saperi operativi, legati alla tradizione artigianale italiana, finanziati da benefattori, associazioni di categoria, enti pubblici e privati.



Vi Racconto come è nata la scuola di panificazione.

Ho incontrato la prima volta Marco Giovannini il 15 maggio 2008 in occasione di una tavola rotonda sull’integrazione socio-lavorativa dei minori stranieri, tenuta presso l’Assemblea della Città dei Ragazzi. Aveva conosciuto la Città dei Ragazzi leggendo il libro di Eraldo Affinati e lo stesso scrittore gli aveva fornito le prime informazioni. Da persona concreta, dopo un primo scambio di vedute, mi chiese subito come poter aiutare i nostri ragazzi ad inserirsi nel mondo del lavoro. Nei giorni successivi mi aprì la sua agenda mettendomi a disposizione nomi ed aziende da contattare. Il suo mondo è quello della nautica. La sua azienda produce sanitari per imbarcazioni dal design molto curato e innovativo. Giovannini è un vero artigiano e ha il culto del lavoro ben fatto. Un’altra sua indubbia qualità è l’attenzione alle persone che incontra, soprattutto se bisognose.
Nel 2008 abbiamo trascorso assieme una breve vacanza estiva in Basilicata e durante una passeggiata in montagna gli ho parlato del nostro progetto di costruire una Scuola di panificazione/pizzeria per dare un mestiere ai nostri ragazzi. Era un’iniziativa sorta nel 2004 con l’Associazione Panificatori di Roma e Provincia, che non riusciva a decollare perché richiedeva cospicue risorse. Erano per la Città dei Ragazzi anni difficili con tante altre priorità da affrontare per assicurare ai ragazzi nuove condizioni alloggiative. L’idea della scuola ha attratto Marco, che ha cominciato a coltivarla con impegno quotidiano durante l’autunno del 2008. Dopo vari approfondimenti e consultazioni, mi ha comunicato che della scuola si sarebbe voluto occupare lui, consegnandocela già realizzata. Detto, fatto. A febbraio 2009 sono iniziati i lavori, a maggio dello stesso anno è partito il primo corso di pizzeria. Fino a questo momento circa 90 ragazzi hanno imparato a fare la pizza e il pane e, di questi, un buon numero lavora. Marco Giovannini è sempre più coinvolto nella vita della Città dei Ragazzi con varie attenzioni alle necessità dei giovani ospiti. Sono sicuro che presto vorrà dedicarsi a una nuova iniziativa.

Francesco F.


Laboratorio di falegnameria
[ApriChiudi]

Il laboratorio di falegnameria, situato in un ambiente funzionale è dotato di banchi di lavoro ricchi di utensili. Esso dispone di moderne macchine (combinata a 5 lavorazioni, sega a nastro, sega circolare da banco, troncatrice radiale, levigatrice universale, fresatrice, orbitale, aspiratore a ciclone, ecc.), tutte conformi alle direttive CEE più recenti in materia di sicurezza, permettendo di coniugare tecniche artigianali a moderne lavorazioni, eseguite con macchinari all’avanguardia.
Attualmente, grazie ad un protocollo di intesa sottoscritto tra l’ONCR e l’Organizzazzione di Volontariato Namastè, il laboratorio è oggetto di un’ampia ristrutturazione che lo amplierà rendendolo ancora più ricco e all’avanguardia.

L’Associazione Luigia Tincani
L’Associazione Luigia Tincani, sorta per sostenere la LUMSA (Libera Università Maria SS. Assunta), gestisce il lascito di un benefattore (prof. Cesare Augusto Moreschini), vincolato al finanziamento di borse di studio per giovani che si dedicano alla formazione nel settore della falegnameria.
L’Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi, a partire dal 2004, ha organizzato 5 diversi corsi per complessivi 30 beneficiari. Il contributo ricevuto dall’Associazione è stato complessivamente di € 27.000,00, pari a 18 borse di studio del valore di € 1.500,00 l’una.


Laboratorio di informatica
[ApriChiudi]

Il laboratorio di informatica si pone l’obiettivo di formare i ragazzi e le ragazze
della Città nell’utilizzo del computer come strumento di lavoro, ma prima ancora
come strumento di comunicazione e integrazione sociale.

Dopo una prima fase di alfabetizzazione informatica, che pone una particolare attenzione sull’uso degli strumenti hardware e software per lo sviluppo della multimedialità,
il laboratorio si propone di:
− migliorare le competenze e le capacità attraverso l’utilizzo di apparecchiature digitali;
− aumentare la consapevolezza da parte degli studenti dell’utilizzo del computer
come strumento di comunicazione e integrazione.


Laboratorio di ceramica
[ApriChiudi]

l Laboratorio di Ceramica è sito all’interno di una struttura architettonica di 580 mq fornita di luminosi corridoi e terrazzi ed arricchita dalle attrezzature necessarie alle varie fasi di lavorazione.



Esso comprende: tavoli in marmo per la modellatura, un tornio artigianale tradizionale, tre torni motorizzati, un mulino per il colaggio stampi, forni per la cottura, una sala per la decorazione a mano ed a fuoco, un workshop per la mescolanza dei colori e degli smalti, vetrine da esposizione ed un punto vendita dove si possono trovare alcuni dei prodotti disponibili al pubblico.

Tecniche di modellazione
modellazione al tornio di vasi, modellazione dell’argilla

Tecniche di decorazione
(II e III fuoco, graffiato, areografo, smalti)

Stampatura degli oggetti
stampatura degli oggetti (stampi, colaggio)

Tecniche di cottura
tecniche di cottura (I, II e III fuoco)

Indietro

2010 © Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi All rights reserved / Note legali / design: bcpt_Associati Perugia