La metodologia: Autogoverno

Metodologia: l’Autogoverno.

Cosa è l’autogoverno.
L’autogoverno è lo specifico strumento educativo della Città dei Ragazzi, elemento caratterizzante e unificante della vita comunitaria. E’ un metodo che consente ai ragazzi di auto organizzarsi attraverso apposite cariche e compiti rendendoli protagonisti di una vita cittadina democratica e solidale.

L’autogoverno in azione.
Il metodo educativo dell’autogoverno è essenzialmente un itinerario di formazione alla responsabilità e all’agire solidale fondato sui valori di dignità personale, rispetto dell’altro e fiducia.
Attraverso una costituzione, codici, incarichi istituzionali e assemblea cittadina, come in un municipio, i ragazzi esercitano una responsabilità concreta e quotidiana nella partecipazione alla vita della comunità, per il bene collettivo e individuale.

Il sindaco e la giunta e cittadini.
I “cittadini” eleggono un sindaco che a sua volta costituisce una giunta di assessori – alle finanze, alle attività didattico-ricreative, alle pulizie e igiene – che lo coadiuvano nella gestione della vita cittadina.
Le altre cariche affidate ai ragazzi sono: giudice, questore, banchiere, addetto al bazar, capo ristoratore, cameriere e verbalista.
Il sistema finanziario utilizza una moneta interna- lo Scudo – che i cittadini percepiscono in base alla partecipazione alle attività. Il sistema economico ha la finalità di educare i ragazzi al valore del lavoro e dell’impegno personale. Lo scudo è simbolo di riconoscimento della produttività e della responsabilità sociale.
L’Assemblea dei Ragazzi è l’incontro più significativo per l’autogoverno. I ragazzi si riuniscono durante la settimana e, sotto la presidenza del sindaco affiancato dagli assessori, passano in rassegna le responsabilità loro affidate favorendo uno spazio dialogico e democratico per una convivenza più organizzata e solidale.

Lo strumento dell’autogoverno: sintesi dei principi pedagogici.

Protagonismo attivo e partecipazione.

Esercizio della Cittadinanza democratica e solidale.

Autonomia personale e responsabilità.

Crescita nella consapevolezza di sé e degli altri.

Centralità della persona, della sua dignità e valore.

Indietro

2010 © Opera Nazionale per le Città dei Ragazzi All rights reserved / Note legali / design: bcpt_Associati Perugia